Zolleggiamo! | admin
1
archive,paged,author,author-admin,author-1,paged-6,author-paged-6,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Author: admin

amici amiciRecensione di: Panda Emerge in questo simpatico racconto come la compagnia che ci si può fare ogni giorno si trasforma in amicizia che unisce animali, o bambini, tanto diversi per temperamento e caratteristiche. Amici, amici  è la storia dei tre più strampalati compagni di avventure mai inventati: Beppe Rosicchia (un topo), Pieretto Galletto (un gallo) e Tonio (un maialino). I tre personaggi, anziché intraprendere avventure stravaganti , si divertono a svolgere le più semplici attività quotidiane combinando  qualche guaio. Eccoli, quindi, tutti assieme in bicicletta, due sui pedali e uno sul manubrio, oppure alle prese con un aquilone poco collaborativo, o intenti a travestirsi con gli abiti trovati appesi ad asciugare. I testi semplici e i disegni ad acquerello dai colori gradevoli, invitano volentieri ad entrare in questa storia di amicizia. Una amicizia fatta di gesti semplici, quotidiani e soprattutto sempre in allegria. Una quotidianita' tutta da godere.

Giancarlo Cesana ha passato la vita ad aiutare le persone a crescere, nel suo lavoro di medico e nella sua azione di responsabile di Comunione e Liberazione, e ora tira le fila della sua storia, interrogandosi sulla natura dell’esperienza educativa che ne costituisce il filo...

Una storia semplice e ricca, quella del piccolo angelo Traccia di Dio, che ci ricorda che tutti hanno un compito fondamentale agli occhi di Dio!...

Come te! zolleggiamoRecensione di: Panda L’unione fa la forza: due personaggi tanto diversi possono diventare amici, dare ciascuno il meglio di sé ad apprezzare qualità che non sapevano di avere. Un piccolo topo impaurito incontra Bodo, il grande drago buono. È triste: piccolo com’è non riesce ad arrivare alle mele dell’albero e, quando arriva il leone, è costretto a scappare. Anche Bodo ha un peso sul cuore: si sente troppo grande e spaventoso. Gli piace ballare e cantare, ma nessuno lo sa perché tutti scappano quando lo incontrano. Dal loro incontro scaturisce la grande idea: in due ci si può aiutare, compensando l’uno le difficoltà dell’altro. Dove non arriva Bodo può arrivare il topo, e viceversa! È così semplice...

oggi sono contento, zolleggiamo, la zollaRecensione di: Duca Lamberti Un bambino è contento, a volte, altre è triste ma non sempre sa perché. E' bello e utile imparare e chiederselo: certe volte si è contenti quando si impara qualcosa o non si è contenti quando non si fanno felici mamma e papà. Anche con gli amici si è contenti quando si gioca insieme e si è tristi quando non riesce a divertirsi.... Un modo per riflettere, in una giornata, che cosa ci rende felici e che cosa ci rende tristi: perché l'esperienza è sempre la migliore maestra.

Mentre tutti si affannano a costruire una tana per l'inverno e raccogliere le provviste il topo Federico si dedica ad un altro lavoro che darà i suoi frutti durante il lungo e freddo inverno...